News.Storia.Tradizioni

Indovinello.....Dui lucienti dui pungienti quatto zuocculi e no stoppazzo.(La mucca)

Il Monastero costruito dai monaci di Montevergine

Il Monastero di S.Maria di Loreto fu eretto dalla Congregazione dei monaci di Montevergine l’anno 1577 sei Novembre,fondatore Ottavio ed Antonio Poderici e la loro madre Lucrezia Montefalcione,“Il Monastero-troviamo nell’inventario dell’anno 1696-97-è di struttura ristretta,un cortile claustrale con colonna di pietra lavorata,pozzo in mezzo,un orto grande,chiesa,campanile”.Tramite“corridoio si entra dentro il chiostro,vi sono due officine per legna,a man destra,a man sinistra vi è un’altra,solita locarsi;vi è simmetrica la sacrestia che tiene l’entrata da detto corridoio.Nel secondo corridoio(dove)ci va sopra vi è una stanza rozza da conservar tavolo ed altro,seguita un camarone grande che si suole locata e sotto di questa vi è lo cellare...;vi sono cinque fusti da conservar vino per li Padri e tre caratelli,uno per lo vino delle messe...Nel terzo corridoio vi sono due magazzini vi è un camerone da conservare fresche,ed altro e poi viene il forno per cuocer lo pane”.Nel quarto corridoio tre stanze;una per“comodità del cavallo e conservar la paglia e vi sono li tavoli nuovamente fatti”.Il primo corridoio a mano destra contiene la sacrestia e chiesa,alli detti quattro ambulatori sottani vi corrisponde quattro altri superiori e contengano Anterefettorio,Refettorio cucina e standola da lavare li piatti;coro per la notte e camere diecissette,otto servano per li Padri,una altra per forestieri,due per dispensa e sei sono solite allocarsi per il grano.Inoltre il monastero possiede molti poderi.Per quel che riguarda la chiesa sono elencati gli arredi esistenti in sacrestia.Fra gli altari:quello del Santissimo.L’altare Maggiore è sormontato da un“quadro grande e l’effige di S.Maria di Loreto,S.Guglielmo,S.Benedetto,S.francesco.e S.Arcello”.Segue l’altare di Montevergine con“un quadro di San Maria di Montevergine,vi è S.Lucia e S.Marena”.Baldacchino sopra a quattro candelieri indorati…un Crocifisso indorato.L’altare del S.Rosario il quadro:“quattro candelieri pittati…quattro giarre con fiori baldacchini”.L’altare di S.Gregorio sormontato da un quadro.Giarre e“quattro candelieri di color turchino”.L’altare di S.Cosimo e Damiano con“quattro candelieri pittati di diverso colore,due giarre coi fiori”.Il coro,con“un messale vecchio,un martirologio e un organo”.Due campane“una grande e una mezzana”.Nel refettorio:messali due novi,tre vecchi,un messaletto nuovo…tre arcione grande da pigliare il vino,tre arcioletti di Faenza,due boccali,bacile grande”.Tra gli oggetti;“un quadro,la cui effige(Ecce homo);la vita di S.Bernardo ed una regola da leggere a tavola”.Il dormitorio è costituito da diverse camere:“camera del Padre Abate,del Padre Vicario,del Padre Collerario,di Padre Marco,di Padre Placido,di Fra Mariano”. Segue infine la camera dei forestieri con una lettiera,due matarazza,una seggia.
(Dal<<Ponte>>del 31 Marzo 1984,articolo di Fausto Baldassarre.)

Pin It

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

EVENTI E MANIFESTAZIONI

EVENTI E MANIFESTAZIONI

Compro Vendo Affitto

compro

CHI SIAMO

1 stemma 10 p