News.Storia.Tradizioni

Indovinello.....Ficca ficcanno,rota rotanno,fa quera cosa e po’ s’arreposa.(La chiave)

Un ringraziamento sincero e commosso da parte della famiglia Melillo

Leggendo queste splendide parole di Domenico Pisano sembra effettivamente di sentire ancora viva la presenza di Aldo fra noi: quello che ci giunge è un ritratto completo ed incisivo, dignitoso e veritiero, di cui - forse per una volta – egli è il soggetto e non l’artefice.
Aldo sarebbe stato orgoglioso di questo ricordo, ma come di consueto non lo avrebbe fatto trasparire, non avrebbe manifestato apertamente la sua gratitudine, nella discrezione solenne che lo caratterizzava, come raccolto nella sua profonda devozione e annidato nei chiaroscuri delle sue sculture. Profondo osservatore della vita, ne aveva colto sfaccettature e contraddizioni, che riusciva a immortalare nelle sue tante opere. Era questa la sua più profonda dote comunicativa. Quelle stesse opere oggi sembrano parlarci più che mai, urlare a voce alta tutto l’amore che gli è stato impresso dal loro creatore.
“Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista? Non sono lontano, sono dall'altra parte, proprio dietro l'angolo”. Con queste parole Sant’ Agostino esprimeva la sua concezione sulla morte, esortando a non abbattersi per la perdita della persona tanto amata, a continuare a ridere di quello per cui si rideva, a godere delle piccole cose che si facevano quando si era ancora insieme. Esorcizzare il dolore perché c'è una continuità che non si spezza: anche dopo la morte, la nostra vita continua a essere la stessa di prima, conserva lo stesso significato che ha sempre avuto.
Il rispettoso ricordo di Domenico sembra collocarsi perfettamente in questa scia di pensiero.
Aldo nella sua vita ha saputo cogliere anche ciò che c’era oltre, la sua presenza continuerà a permeare la memoria collettiva e si trasmetterà nel sospiro di un compagno, nell’aneddoto di un amico, nel sorriso di un bambino. Perché, se ci fermiamo un attimo a riflettere, forse il senso della vita è proprio questo: riuscire a realizzare qualcosa di positivo per lasciare un segno, trasmettere una traccia tangibile del proprio percorso di vita. Forse è solo così che si riesce a vivere in eterno.  Aldo Melillo lo aveva capito bene, in fondo la morte non è niente.
Questo tributo di Pisano ne è la più piena testimonianza: nessuno muore sulla terra finchè vive nel cuore di chi resta.

Pin It

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NASCITEMATRIMONINECROLOGIO
DELIBEREDETERMINEORDINANZE

 

EVENTI E MANIFESTAZIONI

EVENTI E MANIFESTAZIONI

meteo montefalcione

METEO MONTEFALCIONE

 

Compro Vendo Affitto

compro

CHI SIAMO

1 stemma 10 p