News.Storia.Tradizioni

Indovinello.....Tengo no tautiello co quatto murticielli.(La noce con i quattro gherigli)

Continuando nella nostra esplorazione musicale a Montefalcione, è ora la volta di un complesso di musica leggera, formatosi nel 1972 da una idea di Nicola Petruzziello e Gaetano Cucciniello. Chi ci ha rilasciato, gentilmente, l'intervista è stato proprio il primo.

"L'idea ci venne così per caso - dice Nicola - e siccome io e Gaetano avevamo stabilito già i ruoli nel futuro complesso, io avrei cioè dovuto suonare la batteria e Gaetano la chitarra, cominciammo a cercare qualche altro che suonasse l'organo e il basso.
Fu così che, con queste idee per la testa, pensammo di invitare Armando Polcaro che di musica già sapeva qualcosa, perchè era un assiduo frequentatore della scuola musicale serale del Prof. Paschino.
Armando, anche se a quei tempi suonava il clarinetto, accettò molto volentieri di suonare l'organo, anche perchè in quei periodi, alla televisione ,si vedevano sempre complessi nuovi e gente che si dava da fare per formarne altri.
Fu proprio questo spirito di iniziativa - precisa Nicola - che spinse anche alla formazione di un complesso curiosi di vedere cosa sarebbe successo se ne avessimo formato uno per noi pure.
Con Armando eravamo in tre, ne mancava un altro, il bassista.
Questa opera di ricerca si presentò quanto mai difficile, difatti in genere, in tutti i complessi, per il ruolo del bassista,pur essendo abbastanza semplice, e quanto mai arduo trovare la persona adatta.
Nel frattempo però, noi frequentavamo la scuola serale del Prof. Pasquino e lì Gaetano incomincio a suonare la chitarra classica, ma non durò molto: la vita non è solo musica e Gaetano dovette lasciarci per il Belgio.
Restammo così solo io e Armando.
Il primo a comprarsi l'organo fu proprio lui. Ricordo con piacere il giorno in cui lo portò dal Prof. Pasquino, perchè il nostro inizio si presentava buono.
Successivamente io comprai la batteria, anche se a casa non erano del tutto contenti. Così cominciammo a provare ognuno a casa propria, per ore e ore.
Lì per lì pensammo che una chitarra un basso sarebbero bastati per completare l'orchestrazione. Invece no, ci voleva un altra cosa importantissima:
l'impianto voci, cioè la camera ad Eco. Ed è perciò, che proprio in quel periodo, l'estate del 72, ci rendemmo conto che per formare un complesso, come noi volevamo che fosse, avevamo bisogno di molti soldi. Per rimediare a ciò decidemmo di andare a lavorare in Svizzera,dove riuscimmo a mettere da parte una buona somma.
Con questi soldi siamo andati a Napoli e abbiamo comprato due o tre amplificatori con una chitarra e un microfono. Fu così che tornando in paese invitammo a suonare con noi, Sabino De Luca poichè ci serviva una persona che avesse delle buone basi musicali; e Sabino era la persona più adatta perchè anche lui frequentava la scuola serale del Prof. Paschino.
Sabino accettò di buon grado la proposta e divenne membro del complesso come chitarrista.
Devo dire comunque che tutti eravamo "a zero", nel senso che lo strumento non lo sapevamo suonare e sebbene io avessi fatto un mese di musica stavo sempre alla stessa pagina nonostante sapessi tutto, note, ritmi, ecc...
Questo valeva per me. Per Armando e Sabino le cose furono diverse proprio perchè si avvalevano le basi musicali più o meno solide.
Comunque suonando suonando abbiamo progredito sempre senza il bassista che è arrivato molto tempo dopo. Infatti invitammo, a suonare per noi Rosario Festa che comprò anche il basso.
Però mi spiace dirlo, non aveva qualità per continuare, non aveva orecchio, ed è impossibile, quando non lo si ha e non si è portati, continuare a suonare.
E' stata appunto la presenza di questo ragazzo a darci lo spunto per trovare finalmente un nome per il nostro complesso. Infatti prendemmo le iniziali dei nomi di ciascuno di noi e formammo la parola "RANS" da appunto Rosario, Armando, Nicola e Sabino.
Dopo Rosario venne a suonare con noi Franco Vita detto "Sguitarrella" che già suonava da solo.
Incominciammo così a concertare e ad affiatarci restando insieme per ore ed ore a provare varie canzoni.
L'esordio in pubblico all'aperto, avvenne due dopo in occasione di una festa organizzata dai ragazzi dello Skylab II nella palestra e fuori di essa. Era il 29 giugno del 1974.
Tratto da  “ IL PUNGOLO ottobre - novembre 1976 n. 10 - 11”
GIANFRANCO CIAMPA

Pin It

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

DELIBEREDETERMINEORDINANZE

EVENTI E MANIFESTAZIONI

EVENTI E MANIFESTAZIONI

meteo montefalcione

METEO MONTEFALCIONE

 

Compro Vendo Affitto

compro

CHI SIAMO

1 stemma 10 p