I rituali,il linguaggio e il nuovo stile di vita

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

I rituali,il linguaggio e il nuovo stile di vita

(Storia del ventennio)

Gli atteggiamenti di Mussolini, le sue pose, i suoi detti vengono riprodotti e disegnati sui muri delle case di Montefalcione.L’impiego della radio locale consente il colloquio del duce con la gente,suscitando suggestioni emotive.Il giornalismo provinciale inoltre offre l’immagine di una Montefalcione ordinata, devota e appassionatamente sportiva.Il nuovo stile di vita,i rituali,i linguaggi fascisti si insinuano così nelle strutture mentali.È eloquente la lettura di una delibera del podestà datata 20 Gennaio 1929,riguardante la sistemazione del cimitero:<<Il culto ai morti è la più alta espressione della civiltà dei popoli ed il più efficace sussidio per l’elevazione spirituale della razza,che nelle memorie del passato trova modo di progredire e di perfezionarsi.>>(Verbali del podestà,anno 1929,archivio del comune di Montefalcione).Il culto della razza,della diversità sembra attecchire in modo retorico nelle nostre realtà.L’ingerenza del regime arrivava anche nell’organizzazione del tempo libero il 02 Novembre 1929 Montefalcione aderisce <<all’imperioso avviso della Federazione Opera Nazionale Balilla e considerando che l’invito riunisce indubbiamente scopi sociali,patriottici ed educativi,con animo lieto si è venuti nella determinazione di dare al Balilla il proprio ritrovo e dove la balda gioventù infantile potrà liberamente esperire la propria azione in onore e vantaggio della patria e del benemerito governo nazionale,delibera di conchiudere contratto di locazione di un vano posto in piazza Tiglia.>>(Verbali del podestà 1929,arch.del com.di Montefalc.).Va sottolineato il fatto che tutta questa azione propagandistica ruota intorno ai miti del capo e della patria.Il patriottismo si coniuga col militarismo e attraversa come un filo rosso gli atti amministrativi del podestà.Il 16 Febbraio 1930 la massima autorità del fascismo locale delibera lire 100<<per concorso nel vitto ed alloggio fornito alle truppe del trentesimo e sessantatreesimo reggimento fanteria di passaggio per Montefalcione>>;si ritiene che<<l’amministrazione coll’elargizione di lire 100 servì anzitutto di associarsi all’unanime attestazione di affetto della cittadinanza verso quei baldi giovani militari che garantiscono l’avvenire glorioso dell’intera nazione.Visto che l’onere di lire 100,non certamente gravoso,voluto dal popolo, rappresentava la decima parte di altro del popolo stesso,spontaneamente versato.>>(Verb.del pod.1930,arch.com. Montefalc.).Oltre questi contenuti,ciò che contribuisce a<<fabbricare il consenso>>è il discorso,la commemorazione.È sulla <<commemorazione>che il giornalismo provinciale esercita la sua capacità di <<fare notizia>>e di indottrinare le masse.19 Febbraio 1930 l’Irpinia fascista segnala:<<A Montefalcione la commemorazione di S.E.Michele Bianchi. Quadruviro della rivoluzione,anche nel nostro paese riuscì solenne ed ammonitrice.Il fattivo vice segretario politico, ottemperandosi alle disposizioni del commissario straordinario on.Gingolani,fece intervenire in camicia nera nella sede del fascio,tutti gl’iscritti.Ivi il signor Pagliuca Fedele commemorò la figura e l’opera del grande scomparso>>.

Un senso del grandioso accompagnato ad uno  spirito di emulazione,colora ogni fatto che assurge al fenomeno dell’avvenimento irripetibile.Montefalcione,28 Febbraio 1930:<<a seguito disposizioni di S.E.il prefetto,il vice segretario politico don Erminio D’alelio,Domenica scorsa 09 corr.alle ore 10,nel palazzo municipale riunì i componenti il comitato<<Pro Stadio Monumentale del Foro Mussolini>>.Il comitato composto dal comm.Capone Giuseppe,podestà.dal sig.Erminio D’alelio, vice podestà,dall’avv.Titomanlio Raffaele;dal dott.Manlio Papa,dal sig.Pagliuca Fedele,presidente del comitato comunale O.N.B.;dal sig.Vardaro Pasquale,dal sig. Baldassarre Gaetano,ha posto già interessamento a zelo per la raccolta di fondi che risulteranno certamente mai inferiori agli altri paesi della provincia>>.

(dal<<Ponte>>del 05/02/1987,articolo di Fausto Baldassarre)

Ultimo aggiornamento (Lunedi 25 Aprile 2011 17:48)