Indovinello "Popolare "
Tutte le femmene ‘a teneno sotta: chi ‘a tene sana e chi ‘a tene rotta;
(La gonna)
TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Stemmi comuni irpini Presentazione stemmi irpini

Presentazione stemmi irpini

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

STEMMI COMUNI IRPINI


CUCCINIELLO NICOLA

PAGLIUCA FULVIO-MANNETTA PASQUALE-SANSONE GERARDO-IANDIORIO ALDO

 

Gli autori ringraziano per la loro cortese collaborazione nella ricerca

dott, lannicelli Michele dirigente del Coreco di Avellino e Consigliere Comunale di Avellino e Consigliere Provinciale con incarico di Vice Presidente

Prof. Barra Francesco, prof. Galante Colucci, prof. Granata Michele, prof. Cucciniello Gennaro  e sac. Di Fronzo Pasquale

e tutti coloro che hanno partecipato nei vari comuni di appartenenza.

Dopo una sin troppo lunga eclisse, dovute essenzialmente ai rivolgimenti politico-sociali dell'ultimo cinquantennio, l'araldica sta sempre pio riacquistando dignità di disciplina scientifica, soprattutto in funzione ausiliaria, ma non subalterna, della storia. Intesa come scienza del simbolo e del linguaggio figurato-allegorico, l'araldica si rivela difatti indispensabile e preziosa per lo studio di quei periodi, come il Medioevo, che furono dominati da una fortissima e diffusissima simbologia, che spaziava dal campo religioso a quello artistico a quello più propriamente politico. 

In quest'ambito, un ruolo particolare ed ancora pressoché inesplorato occupa l'analisi degli stemmi. dei sigilli e dei gonfaloni dei Comuni, la cui ricchissimo simbologia esprime molto spesso l'autocoscienza che della propria storia e della propria immagine vollero e seppero dare i Comuni stessi, 

A differenza di quanto è avvenuto per le insegne degli antichi e gloriosi Comuni medioevali dell'Italia centro-settentrionale, il Mezzogiorno è pressoché del tutto privo di organiche, documentate e metodologicamente avvertite ricerche relative alla formazione ed alle complesse e spesso tormentate vicende degli stemmi municipali. Un contributo in tal senso può venire, per l'Irpinia, dal bel volume che qui si presenta, dovuto al caparbio e generoso impegno dei curatori, che con non poca fatica hanno rinvenuto e riprodotto in artistica forma gli stemmi dì tutti i Comuni della provincia di Avellino, corredandoli dei relativi documenti ufficiali e di sobrie note di commento storico.

Si tratta, nella maggior parte dei casi, di < stemmi parlanti», che esplicitano, a [volte ingenuamente, il toponimo della cittadina. In altri casi, in epoche assai più recenti, gli stemmi sono stati piuttosto disinvoltamente tratti da antiche riproduzioni oppure liberamente reinterpretati. II volume ha quindi tra l'altro l'indubbio merito di segnalare agli studiosi di storia locale un filone d'indagine di tutto rilievo e sin qui ingiustamente trascurato, e che merita invece approfondimento ed attenzione.

Francesco Barra



Ultimo aggiornamento (Giovedi 21 Aprile 2011 10:34)