Indovinello "Popolare"

‘O mini cricco e ‘o cacci muscio.
(Il maccherone)


TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Piccoli e grandi fuochi Introduzione

Introduzione

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Introduzione

 

Le notizie o le immagini presenti in questo articolo sono state in larga parte prese da internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione. Indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. che provvederà alla rimozione di quanto utilizzato.

L'opera inedita risulta registrata presso la sede SIAE di Pescara con regolare deposito quinquennale n°335481 prot. n° 2024/A/B/N. L'autore concede gratuitamente la pubblicazione di questa bozza agli amici organizzatori e creatori del· sito www.montefalcioneonline.it. Essa è parte di un libro che tratterà la storia della pirotecnia dalle origini fino ai nostri giorni. L'opera sarà immessa a titolo gratuito quanto prima in rete.

Emiddio Polcaro· 3391533218

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Un incantesimo effimero si accende con un tripudio di colori in un'esplosione istantanea che parte dalla terra per sfrecciare velocissima a lacerare il cielo. L'incantesimo di una danza che ci svela davanti ai nostri occhi, tra enigma e contraddizione, la struggente bellezza e la vasta simbologia di cui il fuoco è portatore. Esperienza misteriosa di penombre e bagliori, l'arte pirotecnica ha tenuto vivo nel corso dei secoli il misterioso simbolo del fuoco, che con la sua vasta gamma di richiami e valori accompagna dagli albori l'intera storia della nostra civiltà, traghettandola ai giorni nostri. Capita così che, quando assistiamo ad uno spettacolo pirotecnico, di fronte a noi· compare l'emblema della vita che si consuma e che si fa allo stesso tempo svelamento, rinascita, distruzione, paura e pulsione liberatoria. Connubio perfetto tra valenza ancestrale e suggestioni archetipiche di sacro e profano, la fenomenologia del fuoco "d'artificio" lo ascrive ad una gabbia semantica di significati e valori plurimi, donandogli un'anima in grado di stemperarsi di volta in volta nel simbolo, nel mito, nelle visioni ultraterrene, nell'essenza stessa della natura umana e divina.

Parte dominante nei rituali festivi, la tradizione dei fuochi pirotecnici continua ancora oggi ad essere radicata nell'immaginario collettivo, con una spinta aggregatrice capace di suscitare intense emozioni di raccoglimento e svago.

La presente trattazione si propone di partire proprio da questa esperienza di devozione e sincretismo mistico-religioso per tentare di ricostruire la vicenda esemplare di Montefalcione, studiarne le origini, descriverne l'evoluzione e ricercarne le simbologie. La speranza è quella di non perdersi nell'approccio ad un tipo di cultura per sua stessa natura effimera, spesso trascurata e tramandata da una cultura prevalentemente orale. Infine evitare di cadere nel solito campanilismo di maniera.