Alfredo Chiuccariello

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
alfredo CAlfredo Chiuccariello nasce a Montefalcione (AV) il 04/09/1926.

 

Frequenta con profitto il Liceo Classico Colletta di Avellino (uno dei suoi compagni di scuola è il Prof. Benevento).

Nel settembre del 1943 lui e la sua famiglia subiscono l'incursione dei tedeschi, perché informati del fatto che la sua famiglia nasconde una decina di paracadutisti americani. Non subiscono conseguenze solo perché gli americani erano stati nascosti nelle campagne vicine, poi catturati con uno stratagemma dai tedeschi, che li fucilerà in un paese vicino durante la marcia di ritirata verso Benevento.

Nel 1944 si avvicina alla politica, e cosciente del disagio sociale che pervade il paese nel dopoguerra, costituisce un movimento politico volto a migliorare le condizioni di vita dei paesani, coadiuvato dal fratello Antonio (movimento che nel corso dello stesso anno confluirà nel Partito Comunista Italiano).

Nel 1945 si iscrive all'università Federico II di Napoli.

Nel quadriennio universitario conosce e collabora politicamente con Giorgio Napolitano, l'attuale Presidente della Repubblica e frequenta il corso di formazione quadri del PCI.

Il 01/12/1948, all'età di 22 anni, si laurea in giurisprudenza.

La sua collaborazione con il fratello Antonio, che dal 1947 al 1949 è sindaco di Montefalcione è continua, grazie ai suoi studi universitari influenza costruttivamente l'amministrazione comunale facendo adottare una politica tributaria che faceva pagare i ricchi ed esonerava i meno abbienti, così come prevedeva la nuova legge approvata in parlamento e tema di tesi di laurea.

Dal 1949 presso il Tribunale di Avellino svolge per alcuni anni l'attività di avvocato.

Incriminato per incitazione all'occupazione delle terre incolte, viene informato di essere oggetto di mandato di cattura (per un equivoco colpì l'avvocato Cucciniello, in seguito decaduto per mancanza di prove), si trasferisce da prima ad Ariccia presso il cugino Achille e poi a Roma dove, nel 1953 si classifica tra i primi posti in un concorso in magistratura.

Dal 23/12/1953 al 17/03/1954 viene nominato Uditore presso il Tribunale di Avellino e poi al Tribunale di Roma.

Il 18/03/1954 viene assegnato alla Pretura di Roma come Vice Pretore.

Il 09/07/1956 viene nominato Pretore presso la pretura di Urbino.

Il 01/01/1957 viene assegnato come Giudice di Tribunale delegato ai fallimenti presso il Tribunale di Ascoli Piceno.

Il 30/07/1958 viene assegnato alla Pretura di Fondi come Pretore.

Il 20/10/1960 si sposa a Roma con Schiavone Mirella, padre di quattro figli (Giovanni, Danilo, Velia e Alessandro)

Il 01/04/1963 viene promosso Magistrato di Tribunale in servizio a Roma.

Il Dal 1965 al 1972 è socio del Comitato di Azione per la Giustizia.

Il 26/09/1969 vince il concorso per Magistrati di Corte di Appello.

Il 04/07/1970 viene nominato Presidente di sezione del Tribunale di Viterbo.

Il 14/04/1972 viene assegnato alla Procura generale della Corte di Appello di Roma con le funzioni di Sostituto Procuratore Generale.

Dal 23/05/1975 al 31/12/1978 viene assegnato alla Corte di Cassazione di Roma con funzioni di Consigliere di Corte di Cassazione.

Il 02/08/1975 vince il concorso per Magistrati di Corte di Cassazione ed ottiene la nomina di Consigliere di Corte di Cassazione.

Il 01/01/1979 viene nominato Presidente di sezione di Corte di Cassazione.

Il 10/07/1981 Fuori ruolo dalla Magistratura viene nominato Commissario aggiunto per la liquidazione degli usi civici del Lazio, Umbria e Toscana con sede a Roma.

L'11/01/1994, dopo essere rientrato in ruolo, si congeda dalla Magistratura con il titolo di Presidente di sezione di Corte di Cassazione.

Dal 01/02/1995 al 25/06/2005 svolge attività forense presso i Tribunali di Avellino e Roma ed è uno dei pochi esperti sulle Leggi e fonti degli usi civici.

Muore a Roma il 14/06/2009.

Ultimo aggiornamento (Sabato 04 Dicembre 2010 17:41)