Indovinello "Popolare"
Ce stanno ciento frati, ca pisciano uno nculo a l’ato.
(I tetti)
TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home La tradizione del buon vino

La tradizione del buon vino

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

1547-nel cellaro de vino se repone lo greco

La tradizione del buon vino

 

Per secoli nella media valle del Sabato è stata praticata la coltivazione del vino

Greco:vino di bel colore,giallo dorato,di profumo intenso gradevolissimo,con sapore delicato.Il vitigno di antica nobiltà.Primo documento,di questo vino tanto pregiato contraddistinto col nome di Greco,lo troviamo nell’inventario dell’Eclesia Magiore dell’anno 1547:<<nel cellaro de vino>>della casa parrocchiale<<sono cinque butti quale sono di detta ecclesia dove ne repone lo vino che se fa.Item un’altra botticella dove se repone di detta ecclesia.Item dui altri caratelli dove se ripone lo vino…>>.Nel Relevio(vol.339,Anno 1586)sta scritto che i signori Poderico ricavavano dai fondi Canalicchio,precisamente<<da la vigna vino barili 160 et de Greco barili 66>>.In una scritta datata il 1611,riguardante il Monastero dei Virginiani di Montefalcione archivio della Biblioteca di Loreto,Busta444-45)è annotato:<<Allo cellaro sono butti quattro de vino russo et cirasulo da novanta barrili et un botte de Grieco da quindici barrili.Una botte di vinello da trenta barrili in circa>>.Nel Relevio(vol.338-Anno 1674)leggiamo che il Principe Rocco dai terreni di Canalicchio ossia<<dal territorio dove si dice il demanio se ne sono avuti barili 10 di Greco che ha servito per uso dalla casa del principe>>.F.Saverio Capone nella descrizione fisico-agronomica del distretto di Avellino Anno 1820 sostiene che:<<i migliori vini sono quelli di Sommonte…,il vino Greco di Tufo e di Montefalcione.Veramente l’arte di fabbricarli è trascurata>>.Anche Gennaro Girone nella relazione inviata il 30 Giugno alla Reale Società economica fa il punto sulla produzione vinicola con riferimenti anche al vino Greco:<<Tutti i Comuni costituenti il circondario medesimo abbondano di vino;ma quello di Montefalcione e di Monteaperto supera gli altri per la forza,e pel colore,ed il vin Greco,che in piccole quantità produce Montefalcione;se si praticassero i processi manifatturieri potrebbe stare a fronte del vin di Malaga e di Borgogna.

 

(Dal<<Ponte>>del 27/08/1983,articolo di Fausto Baldassarre)