Un popolo,una cultura,una fede

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Un popolo,una cultura,una fede

La porta in bronzo dell’artista A.Melillo

 

 

La porta in bronzo,scolpita da Aldo Melillo,è opera di valore artistico,storico-antropologico.In quei rilievi c’è la sintesi delle<<forme>>della cultura popolare cristiana di Montefalcione.C’è il patrimonio religioso,vissuto come eredità e dovere,come scelta ancorata alle esperienze storiche dei padri.C’è l’insieme delle credenze,dei sentimenti,dei ricordi,la ritualità,il simbolismo,la dimensione del sacrificio,la situazione del<<bisogno>>,il vissuto di un popolo.Quel discorso narrativo in bronzo rileva dunque un popolo,le epoche,una cultura,una fede.

Le formelle così concepite e realizzate diventano pagine di un testo in cui è possibile cogliere le trasformazioni strutturali del territorio e quelle dei protagonisti.Il nostro ha saputo descrivere le motivazioni della partecipazione dei fedeli al Sacro,il senso degli atti nei quali si è espressa la religiosità.La miracolosità è tutta nell’apparire del Santo.La presenza è il segno della sua potenza.La tradizione viene scolpità come continuità,fondazione,come luogo d’identita.La festa riproposta come istituto culturale che esprime valori,radici. Melillo rappresenta la processione comr affluire ordinato di devoti,dove la lunghezza spaziale diventa <<durata>>,temporalità sacra e umana.La festa così non è intesa come mero episodio,ma come momento essenziale dell’esistenza umana,come dato di vasta incidenza e complessità,dove è possibile cogliere le varie<<categorie>>dei devoti.Accanto al motivo popolare c’è il<< momento>> istituzionale della consegna del breve del papa Innocenzo XI,che si distingue e si innesta nell’altra cultura.Le istituzioni,che dal meridionale in genere sono percepite in modo distanti dal quotidiano,qui si inseriscono come struttura gerarchica,che offre garanzia, protezione,ratifica di un culto radicatesi nei secoli e nelle coscienze.

(Dal<<Ponte>>del 27/08/1988)