Indovinello "Popolare"

Tengo na cosa longa e liscia e ‘a tengo mmano quanno piscia …
(La bottiglia)


TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

PERSONAGGI DI MONTEFALCIONE - BALDASSARRE FAUSTO NOTE BIOGRAFICHE

Valutazione attuale: / 55
ScarsoOttimo 

NOTA BIOGRAFICA

baldassarre1Fausto Baldassarre nasce a Montefalcione (AV) il 22 ottobre 1947. Dopo gli studi liceali al Collegio "La Salle" di Benevento si laurea nel 1971 in Filosofia presso l'Università Federico II di Napoli con tesi 'l'estetica di Francesco De Sanctis", di cui l'ava materna Teresa De Sanctis era pronipote.
Non poco hanno influito sulla sua formazione culturale gli incontri periodici, che avvenivano in casa del noto scrittore e maestro del giornalismo: Carlo Nazzaro, verso cui il padre medico nutriva una amicizia fraterna.
Decisivi sono gli anni dell'Università di Napoli dove incontra filosofi quali Cleto Carbonara, Nicola Petruzzelli, Pietro Piovani, Aldo Masullo e nell'ambito letterario, Salvatore Battaglia. y
Questa formazione,culturale si traduce concretamente nella vocazione pedagogica dell'insegnamento di filosofia e storia nei licei. I suoi orizzonti si sono maggiormente ampliati presso l'Istituto Superiore' di Scienze Religiose San Giuseppe Moscati di Avellino, dedicandosi alla ricerca e all'insegnamento di Filosofia Teoretica, Etica, Ermeneutica, e all'analisi della Veritatís Splendor di Giovanni Paolo II, del Personalismo di E. Mouníer, del pensiero di Italo Mancini, di john H. Newman, del rapporto teologia-poesia, della Mistica: sentiero di esperienza di Dio. Grazie alla lungimiranza del Direttore dell'Istituto, prof. Sabino Accomando, è stato possibile coltivare una pluralità di interessi non solo filosofici, ma anche teologici.
Inoltre la Congregazione delle Suore Francescane Immacolatine di Pietradefusi (AV) gli offre l'opportunità di essere collaboratore storico della causa di Beatificazione e Canonizzazione della Beata Teresa Manganiello e di pubblicare le lettere al Figlio Francesco sul periodico Magnificat, di cui è redattore.
Attualmente è docente di storia della Filosofia, di Filosofia della Religione e di Antropologia filosofica presso l'ISSR S. G. Moscati di Avellino, precedentemente ha insegnato Filosofia e Storia nei Licei; nel 2014, presso l'ISSR Redemptor hominis di Benevento (Pontificia Facoltà teologica dell'Italia meridionale), ha tenuto il seminario sul Personalismo (Rosminí, Guardini, Mounier).
Ha pubblicato la "Forestiera Ida Cassi", 1993; "Ga merlettaia di Dio: Teresa Manganíello",1996, in 3 volumi; '1a merlettaia di Dio: Teresa Manganiello", 1996, volume unico; "Teresa Manganiello. Tradizioni orali. Documenti'; 1997. Questi volumi hanno contribuito notevolmente alla Causa di Beatificazione della Prima Santa dell'Irpinia. La Positio "Super Vita, Virtutibus et Fama Sanctitatis ; (Roma, Tipografia Guerra s.r.1 2000), infatti porta la sua firma.
Nel 2011 ha pubblicato "Il Cielo di Carlo Míchelstaedter"; del 2012 è il volume "Giochi di fuochi. Documenti e testimonianze"; del 2013 è il libro di poesie "Caro Francesco": un poemetto che traduce il sentimento e l'amore paterno dell'autore in delicate immagini.
Nell'ambito della ricerca si è occupato anche del pensiero utopico di Tommaso Moro, di Paolo Raffaele Troiano, di Lodovico Acernese, di Ugo Spirito, di Carlo Nazzaro, di Francesco De Sanctis.
In qualità di consulente storico ha contribuito alla sceneggiatura del film "Teresa Manganiello. Sui passi dell'amore" (RAI-UNO); conduttore del documentario "Un viaggio elettorale" di Francesco De Sanctis (RAI-UNO); soggettista del film "Il bacio azzurro". Grazie al regista Pino Tordiglione, che continua a narrare i "paesi dell'anima", è stato introdotto nel mondo della scrittura cinematografica riscoprendo insieme il fascino dell'autentico, dell'infanzia, come nelf*ultimo film che ha protagonista un bambino. Non a caso si chiama Francesco. Quel Francesco che ha mutato lo sguardo del padre sul mondo.BALDASSARRE2
In segno di gratitudine per le qualità, per la ricerca profonda e appassionata, per meriti acquisiti diversi sono i riconoscimenti: Diploma di Affiliazione Spirituale della Congregazione delle Suore Francescane Immacolatine (la Superiora Generale Suor Mariagiovanna Santedicola, Pietradefusi, 15 maggio 1997); Premio Montevergìne Diocesi Avellino per gli studi e la ricerca storica sulla Beata Teresa Manganiello (1849 - 1876); Pergamena dell'Alliance Francaise per lo studio su Carlo Nazzaro e la letteratura europea, 10 novembre 2009; Riconoscimento della Congregazione delle Suore Francescane Immacolatine in occasione della Beatificazione di Teresa Manganiello (Benevento, 22 maggio 2010); Targa, Pergamena e Medaglia d'argento, Premio di Cultura Nazionale Don Giuseppe Morosiní XIX edizione, Comune di Ferentino (FR), Assessorato alla Cultura 17 Novembre 2012; XIII Premio Internazionale Padre Pio da Pietrelcina, Morcone (BN), 28 ottobre 2013.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 06 Gennaio 2016 10:47)

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.