Indovinello "Popolare"

Non ‘o chiami e quiro vene, non ‘o vatti e quiro allucca, non l’acciri e quiro more.
(Il peto)


TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

IL NUOVO LIBRO SCRITTO DAL CAV. GIUSEPPE MARTIGNETTI

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

1a

«Quando l’aurora tinge d’oro ciò che ci circonda
è presagio di un sereno tramonto


A GIORNI SARA' PUBBLICATO IL NUOVO LIBRO

SCRITTO DAL CAV. GIUSEPPE MARTIGNETTI

"UN PAESE TANTE CHIESE UN SANTO "

 Introduzione


Come è strana la vita!
Ogni essere umano si adopera in tanti modi per sopravvivere, per stare bene, per emergere nella società la, per prevalere sugli altri, per arricchirsi.
Spesso è costretto a girare  per il mondo,  a  vivere in luoghi diversi, quasi  sempre senza far più ritorno al suo paese di provenienza che, qualunque esso  sia rimane il più caro, il più bello. Colui che invece riesce presto o tardi a  ritornare al luogo di origine, sembra essere nato a nuova vita; diventa come un  bambino  spaventato  che  corre  tra  le  braccia  della  madre  per  sentirsi accarezzato e coccolato.
Ha avuto modo di ammirare dappertutto tante cose belle, luoghi incantevoli e  meravigliosi, ma tutto ciò è per lui meno importante delle piccole cose che  furono viste per la prima volta e che ricordano l'infanzia, l'adolescenza , gli  amici, le persone scomparse.
Solo allora l'individuo trova il tempo di meditare sul perché vive, da dove  viene, dove sono finiti tutti coloro che l'hanno preceduto.
Per il non credente è buio totale: tutto finisce con la morte mentre l'universo  continua il suo ciclo vitale.
Per il credente, non importa di che credo, fin dai tempi più remoti, è sempre  esistito un Essere divino capace di dominare gli eventi; padrone della vita e della morte che ha promesso qualcosa nell'aldilà: la resurrezione dai morti, la partecipazione  al  banchetto  di  Abramo,  la  rinascita  a  nuova  vita,  la  reincarnazione.
La fede, qualunque essa sia,   sprona a fare del bene, a credere. Tanti buoni propositi,  quasi sempre disattesi, cercano di combattere la continua lotta tra il  bene e il male.
Nasce così la religiosità popolare diversificata da tempo e luogo. Sorge così il desiderio di ricercare e descrivere come coloro che ci hanno preceduto hanno vissuto il loro modo di credere, perché sono arrivate fino a noi e così radicate alcune forme di religiosità popolare.
Cose che nel bene e nel male hanno segnato la nostra esistenza; costituiscono  la storia della nostra terra.  
E' vero che la storia non è tutto, ma solo sapendo da dove si viene si potrà decidere dove arrivare.

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.