Indovinello "Popolare"
Ce stanno ciento frati, ca pisciano uno nculo a l’ato.
(I tetti)
TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

LUI E' PEGGIO DI ME

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

LUI E' PEGGIO DI ME



Ovviamente non è il titolo del film - commedia di Enrico Oldoíni, storia di un'amicizia tra Adriano Celentano e Renato Pozzetto finita male, bensì trama di una vicenda paesana, squallida come ì suoi attori, ove ognuno dì essì, ritenendosi investito del dono dell'intelletto, "critica" l'altro ma non offre soluzìonì.
Sì assìste, così, alla denuncia di un gruppo sparuto di persone che, avvalendosi del "Circolo Pd di Montefalcione", pur non avendone la rappresentanza democratica si offre alla cittadinanza come "Salvatore della Patria", per il sol fatto di una passata appartenenza politica che ha prodotto debiti fuori bilancio in misura minore rispetto all'attuale Amministrazione "Belli".
Probabilmente ciò è vero.
Tuttavia, e ciò non lo si comprende o non lo si vuole comprendere, le capacità di gestione non si misurano in base all'attítudine all'indebitamento (in questo entrambe le Amministrazioni, "Grassi" e "Belli", si sono rivelate maestre), bensì, in base alle competenze tecniche di coloro che si propongono nella conduzione dell'interesse pubblico.
Montefalcione non è "Il paese incantato" che sì vuol far apparìre per fl tramite di un inconsistente manifesto, tanto per abusare, ancora una volta, dell'intelligenza dei cittadini.
Non ìncanta più il vessillo con sopra inciso "si stava meglio quando si stava peggio", cui ancora qualcuno (apparentemente del " Circolo Pd di Montefalclone ") ricorre per nascondere proprie incapacità, insuccessi elettorali e frustrazioni.
Montefalcione, in primo luogo, è coscienza di una maggioranza e di un'opposizione inesistenti in un'aula consiliare sterile. E' vero, infatti, che una maggioranza è buona se incalzata da una buona opposizione, laddove, una cattiva maggioranza può dirsi figlia di un'opposizione incompetente.
E' consapevolezza nei cittadini di essersi affidati sempre ai medesimi soggetti (oggi opposizione e maggioranza in Consiglio rispecchiano maggioranza ed opposizione dell'Amministrazione "Grassi").
Montefalcione è consapevolezza della mancanza di idee degli amministratori e dell'altrettante pochezza di idee dell'opposizione.
Montefalcione è consapevolezza dell'inutilità delle promesse elettorali.
"Incantati", allora, sono gli autori del manifesto, coloro che, nascondendosi dietro una sigla, credono di poter influenzare l'opinione pubblica sol dileggiando l'avversario politico.
A tali "incantati" chiediamo di conoscerne le singole competenze e conoscenze; chiediamo di conoscere nel dettaglio le ventilate soluzioni ai problemi del PAESE; chiediamo fatti e non arole.
Caro pseudo "Circolo Pd di Montefaicione" ci auguriamo per Montefalcione un "anno migliore per tutti" diverso da quello auspicato nel triste manifesto. Un 2014 all'insegna dell'inizìatìva popolare, dell'abbandono delle logiche egoistiche, di una buona amministrazione e di una buona opposizione.
Nella speranza che "LUI E'PEGGIO SI ME" resti il titolo di un divertente film di Pozzetto e Celentano e non la triste logica delle scelte politiche di questa o quell'amministrazione.

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.