Indovinello "Popolare"

Tengo na cosa longa e liscia e ‘a tengo mmano quanno piscia …
(La bottiglia)


TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

DIRITTO DI PRIVACY

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Riceviamo e pubblichiamo

Dott.  Adriano Palmieri


In merito all’articolo DIRITTO DI PRIVACY: Come rendere pubblico ciò
che è già pubblico?
A mio avviso, in mancanza di un regolamento comunale che disciplini le riprese audio e video durante le sedute consiliari, il Sindaco ha fatto bene a vietare le riprese. Il Sindaco, infatti, rappresenta l’intero Consiglio Comunale e deve tutelare la dignità di tutti i consiglieri, indipendentemente dall’appartenenza politica. E’ fondamentale, ad esempio, verificare se, chi chiede di effettuare le riprese abbia rapporti di parentela con un qualsivoglia Consigliere Comunale o lavori per gruppi editoriali di proprietà e/o affiliati ad
un componente del Consiglio Comunale. Ciò, ovviamente, è richiesto dal buon senso.
E’ auspicabile, quindi, che il Gruppo di Minoranza ed il Gruppo di Maggioranza previo passaggio in una commissione consiliare, approvino un regolamento del Consiglio Comunale in cui vengano disciplinate le modalità di ripresa audio e video. In tale regolamento, si potrebbe, ad esempio predisporre un modulo di richiesta per ripresa audio/video, in cui il giornalista deve dichiarare di non avere alcun rapporto di parentela con nessuno dei membri del Consiglio Comunale e/o di non essere affiliato, a qualsiasi titolo, a gruppi editoriali vicino a membri del Consiglio Comunale. Inoltre, la richiesta di ripresa audio/video deve essere presentata almeno tre giorni prima della seduta consiliare, in quanto il Sindaco o chi per esso deve avere il tempo di notificare la stessa ai Consiglieri Comunali.
Dott. Adriano Palmieri

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.