Canto  "Popolare"

Lo nnammorato mio se chiama Peppo: è lo megghio iocatore co le carte.
S’è già ghiocato la sòla re le scarpe, appriesso se ioca puro la mogghiere.


TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

Il poeta ARSENIO BALDASSARRE

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Il poeta ARSENIO BALDASSARRE

nella « Columbian »

arsenio baldassarre(da “IL PUNGOLO VERDE” n° 2 Febbraio 1973)

 

Periodico della Columbian di lettere scienze ed arti per gli scambi culturali italo-euro-americani.


Lo Staff di montefalcioneonline comunica ai sui lettori, che avendo ricevuto dal Proff. Luigi Baldassarre figlio di Arsenio il dattiloscritto ed il manoscritto originali de (« Don Ceccantonio e il tesoro ») (“ Il Vangelo popolarizzato in versi”) "La pignasecca" gli stessi verranno pubblicati a capitoli nei prossimi giorni)

 

Poeta squisito e delicato, Arsenio Baldassarre, dopo quarant'anni di insegnamento a Napoli, si è dato alla poesia per innato sentimento di fede, di amore e di orgoglio. Tra le sue opere: “ Il Vangelo popolarizzato in versi”, il romanzo « Don Ceccantonio e il tesoro » e recentemente l'ottimo libro edito da « L'Araldo del Sud » dal titolo: « Sogni e capricci d'amore ».

Su questo libro il critico Renato Benedetto ha scritto un ottimo commento, dal quale prendiamo alcuni pensieri di giudizio:


« Nella sua lunga carriera di insegnante, Arsenio Baldassarre, è stato a contatto continuo col mondo fanciullesco e giovanile della scuola, e ciò avrà contribuito certamente a fargli conversare la innata freschezza della sua età migliore, nonché la preferenza del linguaggio semplice, immediato, di chiara significazione per parlare al cuore. Di questa limpida trasparenza é la sua poesia, non viziata, non resa oscura da ardui e complicati cerebralismi. Un poeta sincero, dal cuore puro, sentimentale, tendente in linea di massima all'ottimismo, ma facendo risuonare la corda del più disperato dolore talvolta, come nella lirica « Emigrazione maledetta » una commovente vicenda di una giovane contadina del Sud, emigrata con il marito, in cerca di lavoro, e morta in terra straniera, insieme al figlio che portava ancora in grembo.

C'è dunque in questa raccolta di liriche, oltre i sogni ed i capricci d'amore, anche una carica di schietta umanità, che serve a completare il panorama del mondo poetico dell'autore ed a penetrare nel suo intimo di uomo, buono, semplice, ma profondamente pensoso e ricco di una notevole esperienza di vita ».

Il poeta ARSENIO BALDASSARRE

nella « Columbian »

(da “IL PUNGOLO VERDE” n° 2 Febbraio 1973)

 

Periodico della Columbian di lettere scienze ed arti per gli scambi culturali italo-euro-americani.

 

Poeta squisito e delicato, Arsenio Baldassarre, dopo quarant'anni di insegnamento a Napoli, si è dato alla poesia per innato sentimento di fede, di amore e di orgoglio. Tra le sue opere: “ Il Vangelo popolarizzato in versi”, il romanzo « Don Ceccantonio e il tesoro » e recentemente l'ottimo libro edito da « L'Araldo del Sud » dal titolo: « Sogni e capricci d'amore ».

Su questo libro il critico Renato Benedetto ha scritto un ottimo commento, dal quale prendiamo alcuni pensieri di giudizio:

« Nella sua lunga carriera di insegnante, Arsenio Baldassarre, è stato a contatto continuo col mondo fanciullesco e giovanile della scuola, e ciò avrà contribuito certamente a fargli conversare la innata freschezza della sua età migliore, nonché la preferenza del linguaggio semplice, immediato, di chiara significazione per parlare al cuore. Di questa limpida trasparenza é la sua poesia, non viziata, non resa oscura da ardui e complicati cerebralismi. Un poeta sincero, dal cuore puro, sentimentale, tendente in linea di massima all'ottimismo, ma facendo risuonare la corda del più disperato dolore talvolta, come nella lirica « Emigrazione maledetta » una commovente vicenda di una giovane contadina del Sud, emigrata con il marito, in cerca di lavoro, e morta in terra straniera, insieme al figlio che portava ancora in grembo.

C'è dunque in questa raccolta di liriche, oltre i sogni ed i capricci d'amore, anche una carica di schietta umanità, che serve a completare il panorama del mondo poetico dell'autore ed a penetrare nel suo intimo di uomo, buono, semplice, ma profondamente pensoso e ricco di una notevole esperienza di vita ».

Ultimo aggiornamento (Sabato 07 Gennaio 2012 10:15)

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.