Indovinello "Popolare"

‘O mini cricco e ‘o cacci muscio.
(Il maccherone)


TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

LE FATTURE PAZZE DELLA TIA

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

LE FATTURE PAZZE DELLA TIA

pdl_logoII Coordinamento dl Montefalcione del Popolo della Libertà


Cari Concittadini

Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto la fattura della Tariffa di Igiene Ambientale (TIA), che da quest'anno a Montefalcione ha sostituito la Tassa sul rifiuti solidi urbani (Tarsu)

La TIA è stata introdotta perché la vecchia Tarsu, calcolata esclusivamente in base alla superficie dell'abitazione o dell'attività. era considerata una tassa ingiusta. Per esempio, una famiglia di due persone che abitava in una casa dl 100 mq pagava con la Tarsu il medesimo importo di una famiglia di sei persone che viveva in un'abitazione della stessa superficie.

Con la TIA, invece, i costi del servizio di gestione dei rifiuti sono calcolati, principalmente. sulla base del numero di persone che abitano in una casa, secondo il principio “chi più rifiuti produce più paga” Sono infatti le persone con le loro attività quotidiane, a produrre rifiuti e non le loro abitazioni.

La TIA dovrebbe dunque essere una tariffa più giusta. Tutto però dipende da come viene applicata dai Comuni!

Purtroppo nel Comune di Montefalcione le cose non sono andate come dovevano!

Innanzitutto non è stata applicata alcuna riduzione della tariffa per le famiglie più bisognose come invece prevede la legge vigente, secondo cui la tariffa per la gestione dei rifiuti è commisurata anche al reddito dei cittadini

Inoltre la tariffa andava calcolata non in base al numero dei residenti ma degli occupanti effettivi. escludendo quindi le persone che dimorano in modo stabile fuori dall'abitazione ad esempio perché lavorano e vivono in altre città E' questo il criterio seguito da altri Comuni.


Infine numerose sentenze di Commissioni Tributarie e Giudici di Pace di tutta Italia hanno stabilito che sulla TIA non può essere applicata l’iva, confermando cosi quanto già affermato dalla Corte Costituzionale con sentenza n 238 del 2009 E' possibile quindi proporre ricorso contro l'addebito del 10% di iva in fattura.

Per questi motivi chiediamo che la TIA sia calcolata tenendo conto degli occupanti effettivi e prevedendo l'esonero o un forte sconto per i pensionati e le famiglie a basso reddito (facendo riferimento al modello Isee.

La nostra non è una polemica politica contro (Amministrazione comunale, ma un appello a correggere alcune evidenti ingiustizie nel calcolo della TIA, che penalizzano le famiglie e le attività produttive di Montefalcione costringendole a pagare somme spropositate

II Popolo della Liberta e a disposizione dei cittadini per qualunque chiarimento Presso il circolo di via Aldo Moro (accanto al Monumento dei Caduti), nei giorni di lunedì e giovedì, dalle ore 18 alle ore 20 è Possibile ritirare i moduli per chiedere al Comune il rimborso dell'Iva o la rettifica della tariffa sulla base del numero degli effettivi occupanti dell’abitazione. È un nostro diritto facciamolo valere!

II Coordinamento dl Montefalcione del Popolo della Libertà

Ultimo aggiornamento (Sabato 19 November 2011 15:57)

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.