Indovinello "Popolare"
Pitta lo muro e pittore non è, porta la sarma e ciuccio non è, porta le corna e ‘ove non è, anduvina no poco che è?
(La chiocciola)
TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

L'istituzione del cimitero

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

L'istituzione del cimitero

(dal «Ponte» del 15/11/1985 e del 5/12/1987)


(FB.) All'inízío del medioevo si usava seppellire i morti nella chiesa e perciò ognuna di esse aveva delle cripte sotto il pavimento.

Anche la chiesa "Maggiore" aveva di queste antiche cripte.

Nella visita pastorale del 1692, l'arcivescovo ordina: "dietro alla chiesa (Madre), la cappella che era di S. Michele, si faccia il cimitero a spese dell'università". '

Nel 1698, il cimitero risulta costruito.


Nel 1741 si prende atto che "l'università si è offerta di edificare un nuovo cimitero" in un altro luogo.

L'arcivescovo protempore concede il permesso all'università col dire: "L'università lo faccia e si ricompongano fossa nel miglior modo che si può"; verso il 1751, furono ordinati i nicchietti coperti.

Lo stesso vescovo, nella visita pastorale del 1753, evidenzia che il cimitero si trova in luogo disconveníente e, per ragione del sito non essendo esposto agli occhi di tutti, e perché ristretto in un angostissimo compressorio, esorta il parroco e il clero a promuovere nel popolo la devozione verso le anime del purgatorio con eccitarlo ad edificarlo in altro luogo più proprio (il nuovo cimitero, l'attuale), con architetture e simmetria più nobile.

Lo spazio antistante il vecchio cimitero viene sistemato per motivi urbanistici e per consentire alla gente partecipante ai funerali di esprimere le condoglianze attraverso la tradizionale stretta di mano, anche in presenza di condizioni metereologiche sfavorevoli.

Di qui la necessità di realizzare un portico all'ingresso del cimitero vecchio nel rispetto delle strutture austere preesistenti.

Per tale realizzazione è stata, fra le varie ipotesi, scelta quella simmetrica, come la più rispondente, perché conserva tutti i motivi architettonici, voluti dai nostri antenati.

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.