Proverbio "Popolare"
Chi nasce quadro, non more tunno (Chi nasce quadrato, non muore tondo)
TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

Ho attraversato l’oceano per votare il nuovo sindaco

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Montefalcione. «Ho attraversato l’oceano per votare il nuovo sindaco»
Un elettore speciale per la Belli

Montefalcione- Da Haverhill (USa) a Montefalcione. Per Giuseppe D’Agostino il viaggio è stato lungo, ma la soddisfazione doppia. E’ arrivato in fretta e furia per dare il suo contributo alla coalizione guidata da Maria Antonietta Belli. Il signor D’Agostino è originario della terra montefalcionese che ha lasciato a soli diciotto anni per trovare fortuna altrove.

Prima quindici anni in Germania e poi, da trentaquattro anni vive con la sua famiglia ad Haverhill, una città degli Stati Uniti d'America facente parte della contea di Essex nello stato del Massachusetts. Non ha mai dimenticato tuttavia, la sua terra natia, che lui stesso definisce “il primo amore”. L’emigrante è ritornato spesso a Montefalcione per la festa del patrono San Antonio di Padova, che si festeggia nel mese di agosto.


Ma quest’anno D’Agostino ha voluto fare un’eccezione: si è precipitato per dare il voto alla sua amata nipote Carmelina D’Agostino, che concorreva tra le file della lista “lavoriamo insieme” guidata dalla Belli. E’ arrivato l’ultimo giorno disponibile per votare, il lunedì. Ci racconta che appena è giunto a Montefalcione non ha neppure salutato i suoi parenti, ma è andato immediatamente a votare.

Per lui, è una contentezza aver contribuito in piccola parte alla vittoria di questa squadra e ci dice che ha saputo della candidatura di sua nipote con un po’ di ritardo, perché gli sarebbe piaciuto partecipare alla fase della campagna elettorale, ai comizi. Per il signor D’Agostino è stato sempre vivo il pensiero di ritornare in quel di Montefalcione, dai suoi parenti, dagli amici. Con molta amarezza ricorda a se stesso che da questo piccolo centro dell’Irpinia è dovuto andarsene per un grande problema che tutt’oggi è ancora attuale: il lavoro.

Ed è lui stesso ad augurare a questo spaccato di terra una nuova stagione, quella del risveglio, ci dice che “Montefalcione ha bisogno di riscoprire le sue bellezze e le sue risorse”. Ora toccherà a Carmelina D’Agostino mantenere questa promessa per un nuovo cambiamento, proprio ora che è diventata un assessore del comune di Montefalcione. E dovrà fare in fretta perché suo zio ritornerà l’anno prossimo e le promesse si mantengono!

Rosy Cefalo

28 MAGGIO 2011

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.