Indovinello "Popolare"

Tengo na cosa longa e liscia e ‘a tengo mmano quanno piscia …
(La bottiglia)


TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

Montefalcione - Verso il voto, D'Agostino lancia lo statuto attivo e l'sms dal Comune

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Montefalcione - Verso il voto, D'Agostino lancia lo statuto attivo e l'sms dal Comune

«I cittadini saranno i veri protagonisti della nostra azione politica»

Montefalcione 12:32 | 13/05/2011
MONTEFALCIONE- Continua il tour del candidato a sindaco della lista civica “Prima Montefalcione”. Mercoledì, durante la tappa a contrada Stazione, Angelo Antonio D'Agostino ha raccontato i motivi che lo legano particolarmente ai luoghi di questa contrada dove ha vissuto nel periodo della sua infanzia. Un residente della zona è intervenuto segnalando alcune mancanze del sistema fognario. E’stato Giovanni Freda a chiarire le motivazioni delle disfunzioni e ha ricordato quanto di effettivo è stato fatto per la Stazione. I vari candidati si sono alternati nella discussione sottolineando la loro determinazione nel portare avanti una “politica del fare” per risolvere i problemi dei residenti «senza infondere false speranze». Al termine del dibattito, i residenti, insieme ai candidati, hanno continuato a confrontarsi davanti ad un barbecue e ad un buon bicchiere di vino. Mercoledì sera, poi, c'è stato anche il confronto con i giovani per discutere di tutto quello che concerne le politiche giovanili, rispondere a dubbi e curiosità e accogliere eventuali proposte ed idee. I ragazzi hanno chiesto a D'Agostino, in particolare, impegno sul alcune questioni per loro fondamentali: anzitutto creare opportunità di lavoro proprio sul territorio rilanciando lo sviluppo delle attività produttive e commerciali esistenti e incentivando coloro che ne vogliono iniziare di nuove. I ragazzi hanno chiesto al candidato l'opportunità di poter partecipare più attivamente alla gestione amministrativa per avere anche la possibilità di far pervenire le loro istanze direttamente a chi amministra.
Ma proprio questo risulta essere uno dei punti cardine del programma di “Prima Montefalcione”. «Intendiamo mettere al centro dell'azione amministrativa il cittadino, - ha ribadito D’Agostino -, assicurando l’efficienza dei servizi e garantendo la più ampia partecipazione alle scelte amministrative. Saranno attivate tutte le procedure e le iniziative possibili per il maggior coinvolgimento di tutti i cittadini alla vita del comune. Nel programma si parla, infatti, tra l'altro di “Statuto Comunale Attivo”: «per rendere tutte le previsioni pienamente operative, in particolare per ciò che riguarda la partecipazione popolare: procedure per avanzare istanze e petizioni,  assemblee dei cittadini,  l'indizione e modalità organizzative dei referendum comunali».
In questa direzione altra iniziativa è quella “dell’sms dal comune” così da informare la cittadinanza delle scelte dell'amministrazione. Il comune attraverso un sms comunicherà ai cittadini interessati, che ne abbiano fatto richiesta, eventi e manifestazioni, scadenze tributarie e altre, convocazioni del consiglio comunale,opportunità di lavoro, gare pubbliche.
Infine, altro progetto destinato ad allargare la partecipazione è l'istituzione della consulta del cittadino per dare voce ai rappresentanti di alcune fasce della popolazione all'interno del consiglio comunale. Per fare questo è prevista una modifica dello statuto comunale, prevedendo l'insediamento di tre rappresentanti civici, espressione rispettivamente dei ragazzi fino a 20 anni, dei giovani dai 20 ai 40 anni, e degli adulti dai 40 anni in su.

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.