Indovinello "Popolare"

‘O figghio re Pili Pilossa non tene nì carne, nì pili e nì ossa ma la mamma tene carne, penne e ossa.
(L’uovo)


TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

Le forze politiche del centrosinistra di Montefalcione si mobilitano per il referendum del 12 e 13 giugno

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Referendum, l'Irpinia si mobilita week end di gazebo e iniziative

Il 12 e 13 giugno gli elettori saranno chiamati a pronunciarsi su nucleare, acqua pubblica e legittimo impedimento. Centrosinistra e associazioni in campo

L'Irpinia si mobilita in vista dei referendum del 12 e 13 giugno. Tante le iniziative. A San Michele di Serino, Santa Lucia di Serino e Serino si è costituito un comitato intercomunale per il "SI". All'iniziativa hanno aderito un significativo numero di privati cittadini, per la maggior parte ragazzi, e l'associazione politico-culturale Terra e libertà di Serino. L'obiettivo del Comitato per il Si è quello di mettere in campo nelle prossime settimane una serie di incontri e manifestazioni per sensibilizzare gli elettori della Valle Serinese sui quesiti referendari.

Anche la forze politiche del centrosinistra di Montefalcione si ritrovano compatte in vista della battaglia referendaria dei prossimi 12 e 13 giugno. I vertici cittadini di Sinistra Ecologia e Libertà, del Partito Democratico e di Italia dei Valori sono impegnati in una campagna di mobilitazione che si declinerà in numerose iniziative e pubblici dibattiti sui temi al centro dei quattro quesiti referendari. Cultura, informazione intrattenimento, ancora, allieteranno la villa comunale di Cevinara, domenica 22 Maggio, a partire dalle ore 11. Saranno allestiti banchetti d'informazione sul referendum, stand illustrativi e materiale multimediale riguardo l'acqua, per spingere la cittadinanza al voto in vista del referendum del 12-13 Giugno. La giornata è promossa dal PdCI (Cantiere Caudino-Irpino per la Ricostruzione del Partito Comunista)-Federazione della sinistra, che prevede la partecipazione di Giovanni Sarubbi (segretario PdCI Avellino) e Rossella Iacobucci (Portavoce FDS Avellino); e il comitato "acqua bene comune" di Avellino, cui parteciperà Giuseppina Boscaini.

 

Giovedì scorso, inoltre, la Segreteria Provinciale dei Giovani Democratici di Avellino ha dato il via alla Campagna Referendaria "Pensiamo al Futuro". Presso il Coordinamento Provinciale del Partito Democratico di via Tagliamento, avrà luogo una conferenza stampa per coinvolgere gli organi di informazione, mentre a seguire, è stata organizzata una riunione con tutti i segretari dei 45 circoli GD presenti in provincia per discutere in maniera approfondita delle tematiche riguardanti i quattro quesiti referendari che il 12 e 13 Giugno saranno posti ai cittadini e per la distribuzione del materiale. Sempre in casa Pd è' prevista per lunedì pomeriggio a via Tagliamento, a partire dalle 17, la riunione dell'esecutivo provinciale del Partito Democratico. All'ordine del giorno, la mobilitazione sui territori in vista della battaglia referendaria dei prossimi 12 e 13 giugno. Il Partito democratico metterà in campo tutte le proprie energie per sollecitare i cittadini della provincia di Avellino ad una massiccia affluenza alle urne, per dire no alla privatizzazione dell'acqua, per riaffermare l'uguaglianza dei cittadini dinanzi alla legge dicendo no al legittimo impedimento, e per scongiurare il rischio di un folle ritorno al nucleare. Diffusione di materiale informativo, campagne di comunicazione e pubbliche iniziative, saranno gli strumenti attraverso cui il Pd irpino cercherà di dare il proprio contributo alla vittoria dei sì. Entro la fine della prossima settimana, proprio per accelerare sul versante della prossimità con i territori, verrà convocata la riunione dei segretari dei circoli disseminati sul territorio provinciale.

I referendum abrogativi del 2011 si terranno in Italia il 12 e 13 giugno. Nel dettaglio i quattro quesiti referendari previsti riguardano: il legittimo impedimento; il decreto Ronchi sulla privatizzazione dell'acqua; il ritorno all'energia nucleare; proponendo l'abrogazione totale o parziale di alcune norme riguardo i suddetti ambiti o tematiche. 1 referendum sul legittimo impedimento e sull'energia nucleare sono stati promossi entrambi su iniziativa dell'Italia dei Valori e in parte su iniziativa di associazioni ambientaliste.

I quesiti sui servizi idrici derivano invece da un’iniziativa civica promossa dal "Forum Italiano dei movimenti per l'acqua„

Ultimo aggiornamento (Sabato 21 maggio 2011 07:17)

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.