Indovinello "Popolare"

Tengo na cosa longa e liscia e ‘a tengo mmano quanno piscia …
(La bottiglia)


TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

D’Agostino, ecco il programma

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

D’Agostino, ecco il programma

BUONGIORNO CAMPANIA .IT

L’Idv: al primo posto la sicurezza L’imprenditore affila le armi, presentato il progetto: videosorveglianza ed energia rinnovabili. E la Belli studia le contromosse. Presto i primi comizi.

Il candidato a sindaco Angelo D'Agostino ha sottoscritto nella giornata di Domenica scorsa, unitamente ad Antonio Cucciniello coordinatore cittadino Italia dei Valori di Montefalcione, il programma elettorale sottoposto all’attenzione da Italia dei Valori.

Il noto imprenditore sarà dunque appoggiato dalla locale sezione di Italia dei Valori, sancendo un'importante alleanza per la prossima tornata elettorale atta a garantire il benessere e la rivalutazione del paese. Si realizza dunque anche a Montefalcione l’intesa Partito Democratico-dipietristi, così come già concretizzata in molti comuni chiamati a rinnovare i consigli comunali il prossimo 15 e 16 maggio. Nove i punti del programma. Eccoli elencati si seguito: «Maggiore sicurezza per le strade, attraverso l’installazione di videosorveglianza nelle principali vie d’accesso al paese e nel circondario delle scuole e degli edifici e parchi pubblici; aumento degli investimenti per lo sviluppo delle energie rinnovabili; realizzazione nelle realtà inadempienti di un ciclo di rifiuti basato su raccolta differenziata correttamente organizzata, con il ritiro di tutti i tipi di rifiuti porta a porta,al fine di eliminare i cassonetti (colmi di qualsiasi tipo di rifiuti) dalle strade; predisporre una serie di contributi comunali per la ristrutturazione,lo sviluppo e la valorizzazione del centro storico a fini turistici. Analogamente è fondamenta- le il ripristino dei sentieri per le escursioni dotandoli di cartelli informativi; apertura di uno sportello informagiovani, attivo e ben organizzato, con eventuali corsi di formazione professionale; valorizzazione dell’artigianato territoriale e delle piccole-medie imprese attraverso agevolazioni fiscali; gli eletti debbono dar prova di estrema trasparenza, per non creare dubbi sul servizio reso alla comunità. Occorre includere giovani e individui selezionati sulla base del merito, costituire una squadra di persone appassionate e perbene; dell’intero sistema delle partecipate si renderà conto alla cittadinanza in pubbliche riunioni, in modo che siano chiare impegni ed obiettivi dell’amministrazione; difesa del verde naturale e tutela del paesaggio naturale e agrario ». Intanto sul fronte opposto la Belli si preparta a tenere i primi comizi. A breve la convocazione.

Ultimo aggiornamento (Martedì 19 Aprile 2011 13:55)

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.