Proverbio "Popolare"
Chi nasce quadro, non more tunno (Chi nasce quadrato, non muore tondo)
TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

Pd e Sel trattano sulla coalizione

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Montefalcione, Pd e Sel trattano sulla coalizione

Ottopagine di ROSY CEFALO

lady_news_anchorMontefalcione fervono le trattative da una parte e dall'altra degli schieramenti.

Il Partito Democratico cittadino sembra alla ricerca di un varco. Per il Pd è un momento di passaggio, così lo definirebbe qualcuno. La candidatura autonoma da parte dell'imprenditore Angelo D'Agostino per ora è accompagnata dal silenzio dei democratici montefalcionesi.

Pare che all'apparenza, gli uomini del Pd stiano andando ognuno per la sua strada. Ma tutto questo, si dovrà rafforzare anche nei fatti. D'Agostino per il momento, resta l'avversario della dottoressa Belli per la prossima tornata elettorale. In casa Pd a tener banco in queste ore è la possibilità di realizzare una grande coalizione di centrosinistra.

E di coinvolgere dunque, anche il partito di Sinistra Ecologica e Liberta, che in ogni caso, ha già manifestato qualche perplessità sulla candidatura di D'Agostino. In ogni caso il Pd cittadino lavora per porti re qualche "politico smarrito" sulla retta via. Da parte sua D'Agostino assicura: "Non c'è nessun cambi mento, sarà una grande coalizione civica quella che già stiamo costruendo. Il Pd pare che ci appoggia senza grandi difficoltà, ne abbiamo parlato più volte e penso che non ci siano più cambiamenti. Anche Sel sembra propensa a venire nella nostra coalizione e se questa forza aderirà al nostro progetto non ho nessuno difficoltà a fornire qualsiasi garanzia politica, come loro mi hanno richiesto. Credo siano anche scontate del resto. Io non ho altri scopi se non quello di fare cose buone per questo paese".

E sulla posizione del senatore Nicola Mancino, è lo stesso D'Agostino a precisare; "E' mio amico da tanti anni, in questa fase si è defilato dalla prossima competizione. Forse, la mia posizione è quella, più vicina alla sua persona. Quantomeno spero che sia così".

Al contrario, sl versante della dottoressa Antonietta Belli sembra quasi del tutto delineato lo scenario e il campo di partecipazione alla lista. Sembrerebbero intenzionati più che mai a giocarsela da soli, questa partita. Schierando in campo pochi dissidenti della maggioranza e più di ogni altra cosa, persone che provengono dalla società civile. Fanno gola al disopra di tutto i gruzzoletti di voti. La tattica sembra chiara fin dall'inizio. Poche alleanze. Ma soprattutto pochi uomini che figurano tra i partiti. Al momento, l'unica forza politica indiscussa che sosterrà la dottoressa Belli è il partito demitiano (l’Udc)

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 30 Marzo 2011 17:26)

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.