Indovinello "Popolare"

È tunno e non è munno, è verde e non è ereva, è russo e non è fuoco, tene acqua e non è mare.
(Il cocomero)


TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

Sel conferma il secco No al Pd, Labruna

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Sel conferma il secco No al Pd, Labruna:

no<<Puntiamo al centrosinistra alternativo>>

on

Corriere dell' Irpinia

MONTEFALCIONE- «Non abbiamo in programma alcun incontro, nè per domani (oggi ndr) nè per i prossimi giorni, con i vertici del Partito democratico. D'altronde, alla luce delle scelte assunte dai democratici nel corso di queste settimane, gli spazi per il confronto ed ancor di più per la definizione di un'intesa, vanno irrimediabilmente stringendosi». Rita Labruna, riferimento di Sinistra Ecologia e Libertà a Montefalcione, smentisce le voci di stampa che davano per certo un vertice Pd - Sel per la giornata di oggi e riafferma l'indisponibilità delle truppe vendoliane ad un'intesa organica di centrosinistra sulla candidatura, ormai certa, dell'imprenditore Angelo D'Agostino.


Un'analisi impietosa, quella della giovane dirigente provinciale di Sel, che prende corpo e sostanza proprio dalle dichiarazioni rilasciate da D'Agostino al Corriere: «Il punto - ha affermato Labruna - è che proprio in quelle parole c'è la cifra del nostro dissenso. Quando D'Agostino afferma che una volta arrivato alla guida dell'amministrazione non lascerà spazio ad alcun conflitto d'interessi, immaginando che questa dichiarazione possa rappresentare una garanzia sufficiente, dimostra di avere una concezione monca della democrazia e della politica. Insomma, non può certo immaginare di essere l'interlocutore di se stesso. In quel "noi sappiamo bene come comportarci" c'è un bel pò di quel "Che pensi mi" di berlusconiana memoria». Di qui, l'affondo ai dirigenti del Partito democratico: «Avevamo manifestato disponibilità ed interesse per la costruzione di un centrosinistra finalmente unito e rinnovato, ponendo al Pd un'unica condizione: scelte chiare ed in discontinuità con il passato. Mi sembra di poter dire che quelle assunte dal Pd nel corso di queste settimane, come dimostrano le stesse dichiarazioni di D'Agostino, vadano in tutt'altra direzione. Come si fa ad affermare l'intenzione di costruire un progetto civico che vada oltre i partiti, ed auspicare, contestualmente, la ratifica di un'intesa con una forza politica come Sel?

Dinanzi a tanta confusione non c'è grande spazio per l'indecisione. In questi giorni stiamo portando avanti consultazioni serrate con gli iscritti ed i militanti, ma la linea che giorno dopo giorno va rafforzandosi è quella della costruzione di un centrosinistra alternativo, senza il Pd, e dal chiaro ed inequivocabile profilo politico - programmatico. E' questo il nostro orizzonte e non cambierà se non dinanzi ad un radicale ed immediato cambio di rotta da parte del Partito democratico».

Ultimo aggiornamento (Sabato 26 Marzo 2011 15:30)

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.