Proverbio "Popolare"
No' sputà ncielo, ca 'nfacci te vene (non sputare in alto, perchè lo sputo torna a te)
TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

Pd - Udc

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

2MNPHONEMontefalcione. Mentre Pericolo lancia il figlio Ennio " vice sindaco" nella nuova giunta, si accredita l'azzeramento degli uscenti

Pd - Udc, asse nel rinnovamento

Perde quota Baldassarre nello Scudocrociato. Il Pdl pensa a Ruberto

Ottopagine 24/02/2011 di Rosy Cefalo

A Montefalcione si preparano le "macchine da guerra" in vista delle prossime elezioni amministrative. L'attuale sindaco Wanda Grassi sta -per uscire di scena dopo aver guidato le sorti del paese per circa un decennio.

E tra silenzi assordanti e un clima di tensione, Montefalcione si appresta ad una campagna elettorale che si preannuncia non poco infuocata. Non sono ancora chiare le future convergenze tra le forze politiche ma è troppo alta la posta in gioco per non parlare del toto sindaco. In verità, il contesto politico del grazioso borgo è strano anche per questo, pur di amministrare e di conquistare la poltrona di primo cittadino, si fanno matrimoni inconsueti e ancor di più, in questi mesi dove si sente parlare di velate liste civiche che lascerebbero in secondo piano i singoli partiti. Ed ecco allora, che nell'agorà montefalcionese non si parla d'altro e vale a dire del valzer delle alleanze. E le notizie passano di bocca in bocca. Per qualcuno pare proprio che i partiti locali siano alle strette finali mentre altri giurano di averli visti indaffarati e alle prese con una difficile operazione di mediazione. E come in tutte le vicende politiche e forse anche un po' comiche, si vuol comprendere se si darà spazio ai giovani o se il comando resterà sempre e comunque ai veterani della politica montefalcionese. In questo momento dunque, gli umori dell'elettorato sono messi a dura prova. Nell'ambito del Partito Democratico cittadino si discute da mesi su una possibile composizione di una lista civica e di eventuali accordi con altre forze politiche. E sì, a quanto pare sono in corso colloqui con altri partiti come Sinistra Ecologica e Libertà ed alcuni esponenti del partito demitiano (l'Udc). E a questo punto pare che entrambi i rappresentanti delle due forze politiche chiedano al Pd di far fare un passo indietro agli amministratori di sempre o se non altro a tutti coloro che hanno avuto un ruolo considerevole nelle passate legislature. Insomma, servono dei nuovi innesti per la vita politica del piccolo borgo e su queste sollecitazioni si affaccia sempre più nello scenario montefalcionese la possibilità di una discesa in campo dell'imprenditore Angelo D'Agostino, che ha sempre appoggiato dall'esterno le precedenti amministrazioni di centrosinistra e che potrebbe essere l'uomo vincente anche per questa tornata. Dal canto suo, D'Agostino non fa mistero di voler tentare un accordo tra il Partito Democratico e l'Udc locale.

Ed anche l'esponente dell'Udc Lino Pericolo sembra essere concordare su questa possibile intesa, tanto è vero che si vocifera di una possibile discesa in campo del figlio Ennio, già consigliere nella consiliatura guidata dal compianto Emilio Ruggiero e che oggi, ambirebbe allo scranno di vicesindaco. Nello stesso solco politico troviamo un altro possibile candidato Felice Baldassarre, già in corsa per la passata contesa provinciale sempre in quota Udc. Ma resta da valutare comunque la posizione dello scudocrociato che a quanto pare ha già deliberato in separata sede, per un "no secco" a questa ipotesi. 1 maligni dunque, ci metteranno poco a fare due più due e chissà se i probabili candidati daranno un ben servito al partito o risponderanno a dovere. Fatto sta che in una comunità come quella montefalcionese che registra ogni sfiato che si genera in politica anche questa scelta contribuirà a completare il teorema. Un bel teorema, non c'è che dire. E poi, bisognerà ridisegnare tutta la scacchiera. Si dovrà comprendere a questo punto chi correrà e per chi? Saranno tutti contro tutti? Per restare nell'area del Partito Democratico, il più gettonato è Felice Ruggiero, già candidato alle provinciali del 2009. Si fa avanti inoltre, con insistenza il nome dell'attuale vicesindaco Giovanni Freda. Anche qui una candidatura abbastanza attesa, poiché sembra che Freda desiderasse da tempo rivestire questo incarico visto che è stato per ben venticinque anni amministratore del comune di Montefalcione. Tra i papabili c'è anche il professionista Raffaele D'Amore, che a quanto pare potrebbe essere l'espressione della società civile e che porterebbe un ricambio. Sull'altro fronte, il Pdl cittadino scenderà in campo molto probabilmente con una lista civica. In tanti ritengono che il partito stia puntando prima di tutto su persone di spicco per la formazione della coalizione e non è ancora esclusa la possibilità di un'alleanza con il partito demitiano. Sui nomi che circolano come probabili candidati sindaci c'è una levata di scudi a favore del segretario del Pdl locale Giuseppe Ruberto.

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.