Indovinello "Popolare"
Ce stanno ciento frati, ca pisciano uno nculo a l’ato.
(I tetti)
TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

Raffaele Pericolo

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

"Cercasi disperatamente sindaco per il comune di Montefalcione".

Tratto da Ottopagine del 20/02/2011

Rosy Cefalo

pericoloMontefalcione

In realtà, lievita sempre più il dibattito politico nel vivace centro situato sullo spartiacque dei fiumi Sabato e Calore.

Il paese è alle prese con una partita complicata: tra qualche mese la popolazione montefalcionese è chiamata a scegliere i propri amministratori, dopo il decennio targato Wanda Grassi. La partita dunque, è troppo grande perché possa essere presa alla leggera. Del resto la comunità di Montefalcione è da sempre un centro di evidente interesse per i giochi della politica. O almeno così dovrebbe essere. E per il momento si stanno muovendo un po' tutti: chi più chi meno. Ma tutti rigorosamente con le bocche cucite. Per capirci, le voci della collettività montefalcionese mormorano, si fanno anche insistenti e poi, finisce tutto con un forse. I giochi comunque, sono ancora tutti da fare ed ecco allora, che spuntano in un clima come quello attuale di grande confusione le possibili convergenze dei partiti locali. In ogni caso, nel Partito Democratico si riaffaccia l'ipotesi di un'alleanza con 1'Udc cittadino. Sempre qel Pd sembra sia in ballo anche la candidàtura a sindaco di Felice Ruggiero, già candidato come consigliere provinciale nel 2009 e fratello del compianto Emilio Ruggiero che è stato per un decennio sindaco di Montefalcione e poi, assessore provinciale. Ma le cose sembrano essere ancora in alto mare anche perché potrebbe essere pronto all'attacco l'attuale vicesindaco del comune di Montefalcione Giovanni Freda, che è stato per più di venticinque anni amministratore del paese.

"E' ancora prematuro -commenta Fredanon ci sono delle novità, bisognerà dunque aspettare. Personalmente non mi confronto sulle astrattezze ma su risvolti îoncreti". In molti ritengono che il Partito )emocratico stia aspettando delle indica:ioni dal convitato di sempre che però, ancora non ha espresso parere. Per il momento infatti, tace o forse se la prende comoda. Ma sa di essere comunque l'ago della bilancia.

UNA TRATTATIVA COMPLESSA. Spostandoci sul versante del Pdl cittadino, pare che il partito stia cercando candidature di assoluto spessore per comporre una lista civica. L'Udc invece, sembra che voglia sparare alla luna per cogliere il cielo. Ed è proprio questa sua posizione intermedia a far intendere l'eventualità di qualche asso nella manica. Intanto le figure che godono di maggiori credenziali nel parti to demitiano sono' il consigliere di Avellino Lino Pericolo e Felice Baldassarre, già candidato alle scorse elezioni provinciali con l'Udc.

Non usa mezzi termini Pericolo, che puntualizza: "Nel comune di Montefalcione sia io che Felice Baldassarre siamo due esponenti dell'Udc. In questi giorni c'è stata un proposta del Partito Democratico per un possibile accordo, ma stiamo ancora valutando. Poi, dipenderà anche dagli organismi di partito prendere delle determinate decisioni. L'Udc di certo scenderà in campo con una lista civica anche se ci sarà l'eventualità di un alleanza velata con altre forze politiche". Per Pericolo l'apertura c'è, ma segue una linea di pensiero che è diversa dalla classica idea di partito: "Anche al Partito Democratico ho chiarito che se l'accordo dovesse concretizzarsi, i dodici volti che andranno a comporre la lista dovranno essere tutte persone nuove e che si affacciano per la prima volta nel contesto politico montefalcionese. Nei paesi come Montefalcione c'è un largo respiro, non bisognerà guardare ai partiti ma principalmente al futuro della nostra comunità, Dal momento che questa amministrazione è stata più che fallimentare, e questo lo sottolineo a gran voce. C'è bisogno di cambiare e di pensare ad una gestione diversa della macchina amministrativa". "Ci vuole uno slancio per Montefalcione -conclude l'esponente dell'Udc- e la gente che vuole impegnarsi per questo paese dovrà lavorare duramente. Non è possibile che vecchi amministratori vengano ricandidati, mi ritiro io dal comune di Avellino, dopo quindici anni non mi ricandiderò più nella città avellinese. A Montefalcione c'è bisogno di gente nuova che ha disponibilità ed una gran voglia di lavorare".

La sostituzione del borgo di Montefalcione dunque, non appare per niente facile ma può accadere ancora di tutto...

Ultimo aggiornamento (Domenica 20 Febbraio 2011 16:11)

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.