Proverbio "Popolare"
'O puorco pe fa 'e bene, more acciso (il maiale per fare del bene, muore ammazzato)
TRADIZIONI
C'era una volta
ARTISTI LOCALI
Home Archivio Articoli

Wanda Grassi

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

L’augurio del primo cittadino uscente Wanda Grassi. E il suo bilancio

<<Vorrei un sindaco donna per Montefalcione>>

Tratto da Ottopagine del 29/01/2011

Scritto da Rosy Cefalo

 

vandaIn vista delle prossime elezioni amministrative incontriamo il sindaco di Montefalcione Wanda Grassi, eletta a capo di uria lista di centrosinistra, che si trova alla fine del suo secondo ed ultimo mandato.

Provi a pensare a 10 anni fa quali erano i suoi pensieri allora e quali sono oggi?

«L’obiettivo e lo spirito che mi hanno animato 10 anni fa continuano ad essere il perno della mia attività. Dieci anni fa assieme a tutti i collaboratori che poi mi hanno affiancato, mi ero riproposta di dare un contributo fattivo al miglioramento della qualità della vita dei nostri concittadini. In tutta sincerità credo che l'impegno abbia portato dei risultati positivi».

Come valuta questi anni della sua amministrazione?

«Posso dire che ho riscontrato nel corso del decennio delle difficoltà sempre crescenti. Una responsabilità, quella attribuita agli enti locali che è divenuta sempre più consistente, amministrare un paese comporta un grande senso di equilibrio e una visione complessiva delle cose che mette veramente a dura prova quanti si cimentano in questa attività. Non è un segreto per nessuno che i trasferimenti erariali sono andati diminuendo nel cors o degli anni, per cui è risultata un'impresa ardua garantire i servizi preesistenti e ancor  di più potenziarli»..................................................


  


Quali sono state le attività svolte? E tra le cose fatte, quali ritiene le più importanti?

«Abbiamo improntato la nostra attività amministrativa lungo due direttive: una che è stata quella di rispondere alle esigenze immediate della cittadinanza e l'altra quella di porre le basi per un sviluppo successivo Le esigenze immediate hanno interessato prevalentemente la riqualificazione del tessuto urbano ed in particolare del borgo antico. E per centro storico intendo incominciando dal monastero, oggi sede comunale che era stato già in gran parte recuperato dalla precedente amministrazione e che noi abbiamo ultimato. Molti interventi sono stati realizzati anche nell'area extraurbana. Abbiamo avviato numerose attività per il socia le, ampliando anche le strutture sportive e riservando una particolare attenzione a quelle scolastiche- Per progettare e ipotizzare uno sviluppo futuro abbiamo individuato. nel territorio comunale un'area destinata ad insedia mento produttivo (Pip), al momento sono stati assegnati 6 dei 12 lotti previsti. Ecco questo forse è uno degli interventi da cui mi aspettavo un ritorno maggiore, in realtà questi 6 lotti sono serviti a dare la possibilità agli imprenditori di poter investire e svolgere la propria attività, ma come incremento lavorativo al momento la risposta non è del tutto soddisfacente».

Spesso si è sentito dire che molti progetti comunali sono eredità delle giunte precedenti...

«Alcune cose certamente sono state il proseguo di quanto era stato fatto dall'amministrazione precedente, non mi interessa se poi qualcuno in modo demagogico vuole svilire l'operato d un'amministrazione per evidenziare ciò che è stato fatto da altri Credo in tutta onesta di aver fatti ciò che era nelle possibilità>.

Adesso parliamo delle critiche Secondo lei quale elemento noi ha fatto da collante tra tutti componenti della maggioranza?

«Devo riconoscere che non sempre c'è stata l'armonia e la sintonia necessaria per potersi ritenere un gruppo solido, probabilmente questa lista era costituiti da molte persone di grande spessore che non hanno avuto però una stessa visione e una stessi modalità di comportamento. 1 questo ha causato delle frizioni che comunque non ci hanno impedito di raggiungere gli obiettivi iniziali che c'eravamo prefissati».

Si aspettava un conflitto così acceso tra chi ancora oggi, si ritrova in giunta per votare?

«Nella mia giunta sono rimasti quelli che c'erano inizialmente tranne Antonietta Polcaro. La giunta io non ho inteso modificarla e certamente anche Polcaro è stata revocata per un sua scelta».

E invece, il dissidente Felici Baldassarre?

«Baldassarre non ha mai fatte parte della giunta. Ecco forse è uno di quelli che aspirava diventare assessore e forse si ì sentito calpestato».

Qual è sarà il suo atteggiamento per il futuro?

«Continuerò a militare nel Pd e continuerò come donna a dare i mio contributo. Non ho intenzione di ricoprire ruoli di qualsiasi natura, mi piacerebbe però che le donne facciano sentire la loro voce perché sono convinta che la chiave di volta dello sviluppo delle nostre aree sia in mano allo donne».

Quindi, lei si auspicherebbe che il suo partito proponesse un candidato sindaco donna per Montefalcione?

«Si,ma non solo a Montefalcione».

Ultimo aggiornamento (Domenica 13 Febbraio 2011 17:53)

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.