lessico dialettale


Vai ai contenuti


ORIGINI DEL DIALETTO                     
_____________________________________________________________________________________

È ormai risaputo che le lingue romanze o neolatine appartengono alla famiglia delle lingue indoeuropee; già molto tempo fa si sapeva che queste lingue derivarono dal latino, ma non si notarono però le fasi che condussero le singole lingue romanze a formarsi staccandosi progressivamente dalla koinè, cioè dal latino comune, del volgo. Cicerone distingueva il 'sermo urbanus' dal 'volgaris sermo' o 'sermo rusticus', parlato dalla stragrande maggioranza del popolo che non conosceva la lingua letteraria. Nell' 813 il concilio di Tours decise che le prediche andavano fatte usando la rustica romana lingua, il che vuol dire che le nuove lingue romanze già si riconoscono come nuove unità linguistiche. Nel dominio linguistico italiano si distinsero subito (e ancora oggi sono distinguibili) tre grandi gruppi dialettali:

1. dialetti alto italiani (che comprendono i dialetti gallo italici, il veneto col friulano e il ladino, e l'istrioto)
2. dialetti centro meridionali (esclusi i toscani)
3. dialetti toscani (compresi i dialetti della Corsica)

E' ovvio che stando Montefalcione in provincia di Avellino (Campania), il suo dialetto andrà collocato nel grande gruppo dei dialetti centro meridionali.


Il lessico di una lingua, cioè l'insieme delle parole che compongono una lingua è una realtà mobile e varia, all'interno della quale avvengono continui cambiamenti: parole nuove che nascono, parole che muoiono, parole che entrano a far parte della lingua da altre lingue, parole che vengono coniate sulla base di elementi presistenti e così via.

LESSICO | LATINO | GRECO | GERMANICO | FRANCESE | ARABO | SPAGNOLO | HOME | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu