Cerca

Vai ai contenuti

LETTERA G

G-H-I

G


GALIÒTA:
Sost. Delinquente, poco di buono. Avanzo di galera.

GARZA:
Sost. Gota. Muscolo della faccia.

GARZèLLA:
Sost. Albero della gaggia. Robinia. Pseudo-acacia.

GASSOMETRO:
Sost. Lume a gas acetilene. Prima che si diffondesse l’energia elettrica, era l’unica forma di illuminazione domestica insieme alle candele di cera, le lampade a olio e i lumi a petrolio.

GENIO:
Sost. Voglia, desiderio. Non tené genio (non avere voglia).

GESOARDO:
Sost. Gesualdo, comune irpino di antichissime origini come attestano alcuni reperti risalenti al periodo neolitico. Deriva il nome dal barone longobardo Gisualdus, feudatario di questo territorio intorno alla metà del VII sec. d. C.

GHIÉRE:
sost. Ghiro. Rorme com’a no ghiere.

GHIÉRECA:
Sost. Chierica, tonsura. Prov.: Viata quera casa addó nce trase na ghiereca rasa (fortunata quella famiglia che può annoverare un prete tra i suoi componenti). - Alopecia.

GHIOVERÀ (AGGHIOVERÀ):
V. Arrotolare il fieno in tante balle. Agghiovero, agghioverai. Agghioverato.

GHIUSANèSE:
Sost. e agg. Abitante di Chiusano, detto anche scherzosamente TRASCIUOLO.

GHIUSàNO:
Sost. Chiusano San Domenico, paese sito a pochissimi chilometri da Montefalcione. Etim.: dall’antroponimo “Clusius” con il suffisso aggettivale – anus (Clusianus) – ‘A montagna re Ghiusano (il Monte Tuoro, metri 1432). Dall’arabo “garra”.

GIALLINùTO:
Agg. Persona dal colorito giallastro. Malaticcio.

GIàRRA:
Sost. Caraffa provvista di manico per attingere acqua da bere. Dim. GIARRETTA, GIARRETTO.Etim.: Dall’arabo Ðarra.

GIESÙ, GIUSEPPE, SANT’ANNA E MARIA!
: Esclamazione che denota profonda meraviglia e grande incredulità. Giesù, Giuseppe e Maria squagghia riavolo e binci Maria! (Scongiuro delle nostre nonne accompagnato dal segno della Croce).

GIOBBA:
Sost. Lavoro, attività. Mala giobba (cattivo affare). – Etim.: dall’anglo-americano “Job” (lavoro).

GIOVIRÌ:
Sost. Giovedì. Giovirì murzillo (giovedì grasso).

GISUMMìNO:
Sost. Gelsomino, fiore bianco di origine orientale molto profumato.

GIURRIACO:
Nome proprio Ciriaco.

GNANÀ:
V. Salire. Gnàno, gnanài, gnanàto. Gnanà ncopp’ ‘o ciraso (mettere una distanza tra sé e gli altri).

GNANÀTA:
Sost. Salita, erta. Strada ripida e faticosa.

GNASTRO:
Sost. Impiastro. Dim. GNASTRILLO.

GNERMETÀ:
V. Raccogliere e legare i mannelli di grano per formare i covoni. Gnèrmeto. Gnermetài, gnermetato.

GNIUòMMERO:
Sost. Gomitolo. Non fila e non tesse, cierti gnuommiri ‘a ro ‘e caccia? (Si dice di chi ha buone disponibilità economiche delle quali non si riesce a individuare la provenienza).

GNòGNO:
Sost. Stupido, ritardato, babbèo.

GNOMMÀ:
V. rifl. Fermarsi pesantemente come il piombo. Me gnòmmo, me gnommài, gnommàto. – Te si’ gnommato ncopp’a ssà seggia.

GNOMMERÀ:
V. Aggomitolare, arrotolare. Gnòmmero, gnommerài, gnommerato.

GNORRO:
Sost. Persona che finge di non sapere. Finto tonto.

GNOSTRO:
Sost. Inchiostro. Prov.: Risse ‘o scarrafone: - Po’ chiove puro gnostro, tanto chiù nioro ‘e quero ca so’ non pozzo addeventà. (Lo dice chi non ha più niente da perdere).2) Vino dozzinale, di dubbia provenienza.

GNÓTTE:
V. Inghiottire. Sopportare. Gnótto, gnuttietti. gnuttuto.

GNOVÀ:
V. Inchiodare. Gnòvo, gnovài. – 2) Umiliare con parole offensive.

GNOVàTO:
Agg. Inchiodato. Messo alle strette. Con le mani legate.

GNUMMìTICO:
Agg. Pesante, duro, indigesto.

GNUTTO:
Sost. Sorso. No gnutto r’acqua.

GRAONÀRO:
Sost. Carbonaio. Venditore di carbone.

GRAÓNE:
Sost. Carbone. – 2) Persona dal colorito molto scuro.

GRASSÓRE (RASSÓRE):
Sost. Letame, concime. Tené ‘o grassore int’ ‘e recchie ( avere le orecchie piene di cerume).

GRAùGNO:
Sost. Grosso foruncolo particolarmente fastidioso.

GRECI:
Sost. Greci, centro irpino fondato, secondo alcuni storici, nel VI sec. dai Bizantini. Nel 1522 vi si insediò una colonia di albanesi che vi trasferì la lingua e i costumi della patria di origine. Nel 1861 il paese fu staccato dalla provincia di Foggia e aggregato a quello di Avellino.
GROTTAIUOLO: Sost. e agg. Abitante di Grottaminarda.

GROTTA: Sost. Grottaminarda. Questo comune irpino presenta tracce umane risalenti alla metà del Neolitico antico. Etim.: dal latino arcaico “crupta” e da “mainardus”, nome di origine germanica.

GROTTA R’ ‘O CAPITANO: Antro sito alla base di una torre del castello di Montefalcione in cui fu rinvenuto il cadavere, in avanzato stato di decomposizione di un individuo detto “ ’O capitano”. La vicenda è rimasta sempre avvolta nel mistero: non si sono mai conosciuti né i particolari, né i motivi del tragico avvenimento.

GROTTOLELLA (ROTTOLELLA):
Sost. Grottolella. Comune dell’Irpinia menzionato per la prima volta nella Cronaca di Falcone Beneventano. Fu acquistato nel 1466 da Diomede Carafa e passò nel 1586 a Lucrezia Arcella. – Etim.: dim. di “crypta” (grotta, luogo sotterraneo).

GUANTIERA:
Sost. Vassoio per dolci e bevande.

GUARDIA:
Sost. Guardia dei Lombardi, centro irpino fondato dai longobardi e distrutto nel 1133 dai normanni. è menzionato per la prima volta nella Cronaca di un diacono cassinese del 1054.

GUARINI:
Sost. Toponimo del comune di Montefalcione.

GULÌO:
Sost. Desiderio morboso, voglia intensa. Pe’ gulìo r’o lardo se vasa nculo a ‘o puorco. (Quando si ha un interesse ben preciso si è disposti a fare qualsiasi cosa). – Tené ‘o gulìo r’ ‘o callo r’ ‘o moneco. (Desiderare il latte di gallina). Etim.: da gola.

GULIùSO (ULIùSO):
Agg. Voglioso, desideroso di tutto ciò che vede.






















DIZIONARIO | A-B-C | D-E-F | G-H-I | L-M-N | O-P-Q | R-S-T | U-V-Z | HOME | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu